Italian Blog

Blog: Italian Blog

< Ritornare Alla

L'ira dell'indignazione

Autore: Pietro Nencioni / 8.3.2022

 

C'è un tempo di indignazione. Un tempo in cui l'intera terra sarà distrutta. Siamo arrivati a un'ora simile?

C'è chi crede che l'attuale linea d'azione rimarrà efficace – quella che prima funzionava funzionerà di nuovo, dato che il sentiero della decadenza non ha contabilità davanti a sé; che la contaminazione del sacro non ha riconciliazione; e che la demoralizzazione della società non provoca un degrado misurabile. Ma è vero?

Sia che discutiamo della disposizione pragmatica di queste progressioni, o del fallimento della logica che governa il processo decisionale, Yahuah non ha riguardi personali, e il giudizio arriva – con la benedizione o con la maledizione. E il casus belli della maledizione rimane lo stesso: non aver ascoltato la voce di Yahuah Elohayka e non aver custodito e messo in pratica tutti i suoi comandamenti e i suoi statuti.

Lo stolto dice nel suo cuore: "non c'è Yahuah!" Eppure, quando il Ruach Yahuah viene espulso dall'anima, spesso non è un demone o il diavolo che si precipita dentro, ma piuttosto paura abietta. E quando la paura diventa residente, allora diventa decisiva. Colui che prende decisioni per paura o per mitigare la paura fa errori, e l'errore porta giudizio.

Non siamo chiamati a temere le cose di questa terra. È scritto:

Yahusha (Giosuè) 1:5-7.
Nessun uomo potrà stare davanti a te tutti i giorni della tua vita: come sono stato con Mosheh, così sarò con te: non ti deluderò, né ti abbandonerò. 6 Sii forte e coraggioso: poiché a questo popolo dividerai in eredità il paese che ho giurato di dare loro con sette giuramenti ai loro padri . 7 Sii solo forte e veramente coraggioso, affinché tu possa stare attento a fare secondo tutta la Torah, che Mosheh, mio servitore, ti ha comandato: non voltarti da essa a destra o a sinistra, affinché tu possa prosperare dovunque andrai.

Eppure, in Occidente, siamo governati da sciocchi che hanno preso questo punto di vista; tuttavia, si affermano come individui senza paura, senza paura mentre si nascondono dietro guardie armate, sistemi di sicurezza armati, forze armate speciali e macchinari militari il cui costo può superare ogni budget: tutto per garantire che coloro che nutrono la paura nel loro cuore , piuttosto che il loro creatore, possono fingere di essere senza paura in questo mondo.

Sappiamo che essere di Yashar'el non richiede una linea di sangue, ma piuttosto una confessione di fede nel Padre e nel Figlio che ha mandato. Ma c'è un altro campo – un'altra tribù – che nutre una fede in qualcos'altro. Piuttosto che confessare il nome di Yahuah-Yahusha, si aggrappano a una fede nelle cose di Babilonia: una fede incentrata sui rituali di fertilità, sul culto mitologico del sole, della luna e delle stelle e sulle pratiche dell'antico paganesimo per mettere a proprio agio la loro paura della vita e della morte che la segue, su questa terra.

Ed è così che uomini di paura si nascondono dietro torri di immagini incise – i volti dei potenti e dei morti che li hanno preceduti – le cui immagini sono nascoste in dischi di metalli preziosi e titoli di debito scritti, strumenti che si dichiarano neutrali arbitri delle transazioni della finanza e la cui accumulazione crea uno status noto come ricchezza.

Ma sono questi uomini che usano la loro ricchezza per infliggere morte e danni ad altri e che accumulano armi da guerra affinché non possano subire l'afflizione che consegnano così volentieri ad altri, compresi i comuni mortali e mansueti conosciuti come innocenti - gli uomini, donne e bambini che trovano il conforto della vita senza paura provveduta da Yahuah.

Le persone del mondo sono ora spinte in un conflitto per assicurarsi la ricchezza di coloro che vivono nella paura, e in questo conflitto l'umanità vedrà presto l'ira dell'indignazione di Yah.

Yirmeyahu (Geremia) 50:25
Yahuah ha aperto il suo arsenale e ha tirato fuori le armi della sua indignazione: poiché questa è l'opera di Adonai Yahuah Tseva'oth nella terra dei Kasdiym.

Le armi dell'indignazione stanno venendo fuori per portare distruzione nella terra dei Kasdiym. Dove troveremmo una terra del genere?

Indignazione: zaʻam (זַעַם) H2195; rigidamente, schiuma alla bocca, cioè (in senso figurato) furia (soprattutto per il dispiacere di Elohiym per il peccato): — rabbia, indignazione, collera.

Da H2194; zâ'am (זָעַם), una radice primitiva; propriamente, schiumare alla bocca, cioè infuriarsi: — aborrire, abominevole, (essere) arrabbiato, sfidare, (avere) sdegno.

Caldeo: Kaçday (כַּסְדַּי) H3679

Per H3778: (כַּשְׂדִּי) Kasdîy, anche (כַּשְׂדִּימָה) Kasdîymâh; verso i Kasditi in Caldea), patronimico da H3777 (solo al plurale); un Kasdita, o discendente di Kesed; implicitamente, un Caldeo (come se fosse discendente); anche un astrologo (come proverbiale di quel popolo: Caldei, abitanti della Caldea).

I Kasdiym - i Caldei - sono coloro che si chiamano dalla tribù di Kesed. Chi è questo Kesed?

Bere'shiyth (Genesi) 22:20-24 
E avvenne dopo queste cose che fu detto ad Avraham, dicendo: Ecco, Milkah, anche lei ha partorito figli a tuo fratello Nachor; 21 Huz, suo primogenito, Buz suo fratello, e Qemuel, padre di Aram, 22 e Kesed, Chazo, e Pildash, e Yidlaph, e את Bethu'el. 23 E Bethu'el generò Rivqah: questi otto Milkah partorí a Nachor, fratello di Avraham. 24 E la sua concubina, il cui nome era Reumah, partorì anche Tevah, Gaham, Thahash e Ma`akah.

I Kasdiym - i Caldei - sono coloro che chiamano se stessi della tribù di Kesed, e la loro civiltà iniziò in Assiria:

Yesha'yahu (Isaia) 23:13 
Ecco la terra dei Kasdiym; questo popolo non c'era finché Ashshur non lo fondò per quelli che abitano nel deserto: ne eressero le torri, ne innalzarono i palazzi; e lo portò in rovina.

I Kasdiym - i Caldei - sono coloro che chiamano se stessi della tribù di Kesed e la loro civiltà iniziò per mano di Ashshur. Ma chi era Ashshur?

Ashshûr (אַשּׁוּר) H804, apparentemente da H833 (nel senso di successo); Ashshur, il secondo figlio di Shem;

Da H833, (אָשַׁר) âshar, o (אָשֵׁר) âshêr; una radice primitiva; essere dritto (usato nel senso più ampio, soprattutto uniformemente, giusto, felice);

Confronta con Yâshâr (יָשָׁר) H3477; dritto (letteralmente o figurativamente): giusto, retto, essere onesto.

Non solo l'Assiria era la civiltà dei Caldei, ma lo era ed è anche Babilonia.

Yesha'yahu (Isaia) 13:19-22 
E Babel, la gloria dei regni, la bellezza dell'eccellenza dei Kasdiym, sarà come quando Elohiym rovesciò Cedom e Amorah. 20 Non sarà mai abitata, né vi si abiterà di generazione in generazione: né vi sarà la tenda di Araviy; né i pastori vi faranno il loro ovile. 21 Ma là giacciono le bestie feroci del deserto; e le loro case saranno piene di creature dolorose; e vi abiteranno le civette e vi danzeranno i satiri. 22 E le bestie feroci delle isole grideranno nelle loro case desolate, e i draghi nei loro bei palazzi: e il suo tempo è vicino a venire, e i suoi giorni non si prolungheranno. 

Ai fini della realizzazione profetica, i Caldei sono quelli che sono di Babilonia e Ashshur ne è un capo retto. Questo diventa importante quando vediamo la profezia davanti a noi.

Yesha'yahu (Isaia) 13:19-20
E Babel, la gloria dei regni, la bellezza dell'eccellenza dei Kasdiym, sarà come quando Elohiym rovesciò Cedom e Amorah. 20 Non sarà mai abitata, né vi si abiterà di generazione in generazione: né vi sarà la tenda di Araviy; né i pastori vi faranno il loro ovile. 

  • Distrutto come Sodoma e Gomorra (non è ancora successo)
  • Mai più abitato

Yesha'yahu (Isaia) 13:21-22
Ma le bestie feroci del deserto giacciono là; e le loro case saranno piene di creature dolorose; e vi abiteranno le civette e vi danzeranno i satiri. 22 E le bestie feroci delle isole grideranno nelle loro case desolate, e i draghi nei loro bei palazzi: e il suo tempo è vicino a venire, e i suoi giorni non si prolungheranno. 

  • Creature doloranti (oach – una creatura ululante solitaria)
  • Gufi (bath ya'anah - gufi)
  • Satiri - (sayir - diavolo caprone)
  • Bestie feroci (ee – urlatori)
  • Draghi (tanniyn – drago)

Tuttavia, i Caldei hanno una storia migratoria, segnata da un aleph-beyt che hanno portato con sé nella loro migrazione, un calendario che hanno seguito e le usanze delle loro pratiche nell'astrologia e nel culto Babilonese.

Invece di prendere il nome della tribù (Nachor), presero il nome del figlio da cui derivavano, cioè Kesed, e divennero i Kesediym o Caldei. Quando migrarono, divennero

noti come Chaldi, i Caldi, Keldi, Kelti e, infine, popolo Celtico dell'Europa centrale. In Gran Bretagna sarebbero stati c

hiamati Chuldees. Il loro calendario è  rappresentato al meglio nel disco di Coligny; i loro indicatori dell'astrologia sarebbero il collocamento dello zodiaco e le pratiche Babilonesi includerebbero il rito della fertilità di Ishtar e il rito della fertilità del solstizio di Nimrod.

Il calendario di Coligny

Il calendario Coligny è un calendario Celtico del secondo secolo trovato nel 1897 a Coligny, in Francia. È un calendario lunisolare che è stato utilizzato per ricostruire l'antico calendario Celtico.

Ogni mese Celtico iniziava il sesto giorno del ciclo lunare, secondo Plinio il Vecchio. Questa è la data del quarto di luna, la data lunare più facile da confermare con l'osservazione diretta.

I mesi erano chiamati Samonios, Dumannios, Rivros, Anagantios, Ogronios, Cutios, Giamonios, Simivisonnios, Equos, Elembivios, Edrinios e Cantlos, e c'erano due mesi intercalari, Quimonios e Sonnocingos.

Lo Zodiaco sul pavimento della Chiesa della Dormizione (Denominazione attribuita dalla Chiesa Ortodossa al transito di Maria Vergine da questa terra al cielo.

ETIMOLOGIA Dal lat. dormitio -onis, der. di dormire 'dormire'

DATA prima del 1311.)  a Gerusalemme:

Il rito della fertilità di Ishtar:

Ishtar è l'incarnazione della natura all'Equinozio di Primavera in una dea ed è una delle prime forme di culto documentate.

La fertilità è contrassegnata da uova e animali fertili come i conigli:

La celebrazione prevede il consumo di un prosciutto per commemorare il massacro del cinghiale che uccise Tammuz, figlio di Ishtar.

Il compleanno del dio sole:

Tammuz, figlio di Ishtar, sarebbe nato al solstizio d'inverno (22-25 dicembre).

Anche Invictus Sol (il sole invincibile e il dio di Costantino) nacque nel giorno più corto dell'anno o Saturnali (22-25 dicembre)

Questo è il culto della fertilità di Nimrod e viene praticato il 25 dicembre.

Tali sono i segni dei Kasdiym/Caldei.

La profezia

Yesha'yahu (Isaia) 13:1-5
Il fardello di Babele, che Yesha`yahu, figlio di Amots, vide. 2 Alzate uno stendardo sull'alto monte, innalzategli la voce, agitate la mano, perché entrino alle porte dei nobili. 3 Ho comandato ai miei santificati, ho anche chiamato i miei potenti per la mia ira, anche quelli che si rallegrano nella mia altezza. 4 Il rumore di una moltitudine sui monti, come di un grande popolo; un rumore tumultuoso dei regni delle nazioni riuniti: Yahuah Tseva'oth raduna l'esercito della battaglia. 5 Vengono da un paese lontano, dall'estremità del cielo, anche Yahuah, e le armi della sua indignazione, per distruggere tutto il paese. 

Vengono da un paese lontano, dall'estremità del cielo, anche Yahuah,

e le armi della sua indignazione, per distruggere tutto il paese.

בָּים מֵרֶץ מֶרְחָק מִקְצֵה הַשָּׁמָיִם יְהוָֹה וּכְלֵי זַעְמוֹ לְחַבֵּל כָּל־הָרֶץ׃

Bayim me'eretz mer'chaq miqtseh ha'shamayim

Yahuah u'keleiy za'amo l'chabbel cal-ha'eretz.

Quali sono le armi della sua indignazione? 

וּכְלֵי זַעְמוֹ

Kelee' (כְּלִי) H3627; un sostantivo maschile che significa qualcosa di preparato, cioè qualsiasi apparato (come strumento, utensile, vestito, nave o arma): — armatura, artiglieria, borsa, carrozza, suppellettile, mobilio, strumento, gioiello, che è fatto per, pentola, salterio, sacco, roba, cosa, utensile, vaso, merce, arma.

Da H3615 (כָּלָה) kâlâh; che è una radice primitiva che significa finire, sia intransitivo (cessare, finire, perire) o transitivo (completare, preparare, consumare): — realizzare, cessare, consumare (via), determinare, distruggere completamente, essere fatto, essere alla fine, scadere, far fallire, svenire, finire, adempiere, lasciar perdere, prolungare, portare a compimento, mietere interamente, liberare nettamente, spendere, portare via del tutto o consumare.

Diretto alla terra che sta sostituendo i mattoni caduti con pietre tagliate:

Yesha'yahu (Isaia) 10:5-7
O Ashshur, la verga della mia ira, e il bastone che hanno in mano è la mia indignazione. 6 Lo manderò contro una nazione ipocrita, e contro il popolo della mia ira gli darò ordine di prendere il bottino, di prendere la preda e di calpestarla come il fango delle strade. 7 Tuttavia non intende così, né il suo cuore la pensa così; ma è nel suo cuore distruggere e annientare non poche nazioni. 

Ora considera:

“La Russia rimane probabilmente il leader mondiale nelle armi EMP non nucleari (NNEMP), chiamate anche armi a radiofrequenza (RFW). Il matrimonio di NNEMP con droni o missili da crociera, dotati di sensori per seguire le linee elettriche ad alta potenza e mirare a centri di controllo e trasformatori, introduce una nuova importante minaccia per le reti elettriche nazionali.

"La Russia ha armi "Super-EMP" specializzate per attacchi HEMP che potenzialmente generano 100.000 volt/metro o superiore, superando di gran lunga lo standard di indurimento militare statunitense (50.000 volt/metro).

"Il Super-EMP è un'arma di primo colpo", secondo Aleksey Vaschenko, che descrive le armi nucleari russe appositamente progettate per creare campi di HEMP straordinariamente potenti come mezzo della Russia per sconfiggere gli Stati Uniti. I veicoli ipersonici sono potenzialmente una nuova strada per attacchi HEMP a sorpresa, volando a 50-100 chilometri di altitudine: l'altezza di scoppio ottimale per le testate Super-EMP.

Attacco a impulsi elettromagnetici: la Russia sta per bombardare lo spazio per lanciare massicci attacchi EMP per distruggere gli Stati Uniti e i loro alleati occidentali? Strani suoni, 8 marzo 2022.

https://strangesounds.org/2022/03/electromagnetic-pulse-attack-is-russia-about-to-nuke-space-to-launch-massive-emp-attacks-to-destroy-the-us-and- its-western-allies.html

Ora considera:

La Russia chiama l'arma HEMP, un'arma di indignazione (оружие негодования).

Per ulteriori informazioni, consultare:

RUSSIA: MINACCIA EMP

Dottrina, piani e capacità militari della Federazione Russa per gli attacchi a impulsi elettromagnetici (EMP).

Dott. Peter Vincent Pry

Direttore esecutivo

Task Force EMP sulla sicurezza nazionale e interna

gennaio 2021

PDF scaricabile disponibile su: https://defconwarningsystem.com/digest/wp-content/uploads/2021/02/Russia-EMP-Threat.pdf

Yirmeyahu (Geremia) 50:1-3 
La parola che Yahuah ha pronunciato contro Babele e contro la terra dei Kasdiym dal profeta Yirmeyahu. 2 Dichiarate fra le genti, pubblicate e innalzate uno stendardo; pubblicare e non nascondere: dì: Babele è presa, Ba'al è confuso, Merodak è frantumato; i suoi idoli sono confusi, le sue immagini sono frantumate. 3 Poiché dal settentrione sale contro di lei una nazione, che renderà il suo paese desolato e nessuno vi abiterà: se ne andranno, se ne andranno, uomo e bestia.

Yirmeyahu (Geremia) 50:9-13
Poiché, ecco, io solleverò e farò salire contro Babele un'assemblea di grandi nazioni del paese del nord: e si schiereranno contro di lei; di là sarà presa: le loro frecce saranno come di un uomo potente e esperto; nessuna ritornerà invano. 10 E Kasdiymah sarà un bottino: tutti quelli che la spoglieranno saranno saziati, dice l'Eterno. 11 Perché vi siete rallegrati, perché vi siete rallegrati, o distruttori della mia eredità, perché siete ingrassati come la giovenca sull'erba e ruggite come i tori; 12 Tua madre sarà molto confusa; colei che ti ha partorito si vergognerà: ecco, l'ultima delle nazioni sarà una regione selvaggia, una terra arida e un deserto. 13 A causa dell'ira di Yahuah non sarà abitata, ma sarà tutta desolata: chiunque passerà vicino a Babel sarà stupito e fischierà a tutte le sue piaghe. 

Per quanto riguarda il resto in tutto questo:

Yesha'yahu (Isaia) 26:20-21
Vieni, popolo mio, entra nelle tue stanze, e chiudi le tue porte dietro di te: nasconditi per così dire un attimo, finché l'indignazione sia passata. 21 Poiché, ecco, Yahuah esce dal suo luogo per punire gli abitanti della terra per la loro iniquità: anche la terra rivelerà il suo sangue e non coprirà più i suoi uccisi.

Suscríbete

RSS Suscríbete

Indirizzo E-mail

Chazon (Revelation) 1:8

I am the א (Aleph) and the ת (Tav), the beginning and the ending, says Yahuah Elohiym, which is, and which was, and which is to come, Yahuah Tseva’oth.

Read More

Baruch Sheniy (2 Baruch) 51:8-9

For they shall behold the world which is now invisible to them and they shall behold the time which is now hidden from them: And time shall no longer age them.

Read More

Ezra Reviy'iy (4 Ezra/2 Esdras) 2:35

Be ready to the reward of the Kingdom, for the everlasting light shall shine upon you forevermore.

Read More

Devariym (Deuteronomy) 11:26-28

Behold, I set before you this day a blessing and a curse; A blessing, if ye obey the commandments of Yahuah Elohaykem, which I command you this day: And a curse, if ye will not obey the commandments of Yahuah Elohaykem but turn aside out of the way which I command you this day, to go after other elohiym, which ye have not known.

Read More

Shemoth (Exodus) 20:11

For in six days Yahuah made the heavens and the earth, the sea, and all that in them is, and rested the seventh day: wherefore Yahuah blessed the day of Shabbath, and hallowed it.

Read More

Bere'shiyth (Genesis) 1:1

In the beginning Elohiym created את the heavens and אתthe earth.

Read More

Yesha'yahu (Isaiah) 14:12

How are you fallen from heaven, O Heylel, son of the howling morning! how are you cut down to the ground, which did weaken the nations!

Read More

Yirmeyahu (Jeremiah) 31:31

Behold, the days come, says Yahuah, that I will cut a Renewed Covenant with the house of Yashar’el, and with the house of Yahudah.

Read More

Besorah Yochanon (John) 1:1

In the beginning was the Word, and the Word was with את Elohiym, and Elohiym was the Word.

Read More

Besorah Yochanon (John) 3:16

For Elohiym so loved the world, that he gave his yachiyd, that whosoever believes in him should not perish, but have everlasting life.

Read More

Besorah Yochanon (John) 14:21

He that has my commandments, and guards them, he it is that loves me: and he that loves me shall be loved of my Father, and I will love him, and will manifest myself to him.

Read More

Vayiqra (Leviticus) 23:4

These are the feasts of Yahuah, even holy assemblies, which ye shall proclaim in their appointed times.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 1:21

And she shall bring forth a son, and you shall call his name Yahusha: for he shall save his people from their sins.

Read More

Besorah Mattithyahu (Matthew) 6:11-12

Give us this day our daily bread. And forgive us our transgressions, as we forgive those who transgress against us.

Read More

Bemidbar (Numbers) 6:24-26

Yahuah bless you, and guard you: Yahuah make his face shine upon you, and be gracious unto you: Yahuah lift up his countenance upon you, and give you peace.

Read More

Philippiym (Philippians) 2:10-11

That at the name of Yahusha every knee should bow, of things in heaven, and things in earth, and things under the earth; And that every tongue should confess that Yahuah is Yahusha Ha’Mashiach, to the glory of Elohiym the Father.

Read More

Tehilliym (Psalms) 23:1-2

Yahuah is my Shepherd; I shall not want. He makes me to lie down in green pastures: he leads me beside the still waters.

Read More

Tehilliym (Psalms) 91:1-2

He who dwells in the secret place of El Elyon shall abide under the shadow of El Shaddai. I will say of Yahuah, He is my refuge and my fortress: my Elohiym; in him will I trust.

Read More

Chazon (Revelation) 13:18

Here is wisdom. Let him that has understanding calculate the number of the beast: for it is the number of a man; and his number is χξς .

Read More

Romaiym (Romans) 8:38-39

For I am persuaded, that neither death, nor life, nor angels, nor principalities, nor powers, nor things present, nor things to come, Nor height, nor depth, nor any other creature, shall be able to separate us from the love of Yah, which is in Yahusha Ha'Mashiach our Adonai.

Read More

Qorintiym Ri'shon (I Corinthians) 13:13

And now abides faith, hope, love, these three; but the greatest of these is love.

Read More

Makkabiym Reviy'iy (4 Maccabees) 9:7-9

Make the attempt, then, O tyrant; and if you put us to death for our faith, think not that you harm us by torturing us. For we through this ill treatment and endurance shall bear off the rewards of virtue. But you, for the wicked and despotic slaughter of us, shall, from the divine vengeance, endure eternal torture by fire.

Read More

Daniy'el (Daniel) 12:1

And at that time shall Miyka’el stand up, the great prince which stands for the children of your people: and there shall be a time of trouble, such as never was since there was a nation even to that same time: and at that time your people shall be delivered, everyone that shall be found written in the cepher.

Read More

Chanoch (Enoch) 105:14-15

A great destruction therefore shall come upon all the earth; a deluge, a great destruction shall take place in one year. This child, who is born to your son shall survive on the earth, and his three sons shall be saved with him. When all mankind who are on the earth shall die, he shall be safe.

Read More

Yo'el (Joel) 2:28

And it shall come to pass afterward, that I will pour out my Ruach upon all flesh; and your sons and your daughters shall prophesy, your old men shall dream dreams, your young men shall see visions.

Read More